Tore il PescaTore

180.00

Tore il PescaTore

(Collezione Acquerelli-Pezzo Unico-dipinto su carta fine art grana fine 300 gr. incorniciato)
(Serie i Tondo)

Nella figura del pescatore si incontrano saperi e gesti antichi che si tramandano di padre in figlio, da vecchio a giovane, da centinaia e centinaia di anni lungo il ciclo del tempo.
È un mestiere che non si impara sui libri o almeno non solo: una lunga gavetta è necessaria per imparare tutte le nozioni necessarie; saper governare una barca, avere dimestichezza con il mare e i venti, conoscere gli attrezzi del mestiere, le specie marine e le normative, richiede tempo, pazienza e impegno. Ogni luogo, ogni mare poi è diverso dagli altri, cosa che rende obbligatoria anche una conoscenza specifica.
È un lavoro del quale si può leggere la durezza nei volti segnati dal sole e dalla salsedine, volti che però sono anche di uomini fieri, uomini innamorati del mare e della vita libera, all’aria aperta. Chiamano le loro barche per nome, come fossero delle compagne fedeli e in quei nomi spesso si celano storie, segreti, aneddoti che hanno segnato una vita.
È un mestiere antico quello dei pescatori, si hanno testimonianze già nel IV millennio a.C.  in Egitto, dove venivano utilizzate le “reti” dai pescatori.
I primi “ami” che si utilizzarono furono probabilmente in osso, e il filo per le “lenze” poteva essere di lino ma anche di crine di cavallo o setole di cinghiale.
Forse anche prima ma certamente ai tempi dei Romani esistevano le “nasse”, che erano fabbricate con bacchette di legno (giunco; vimini) e rete in maniera artigianale.
Chi sceglie di esercitare il mestiere di pescatore, fa una vera e propria scelta di vita decidendo di consacrarla al mare, segnati dalla fatica ma mai stanchi, i pescatori hanno una dote che, nella frenesia dei nostri tempi, è sempre più difficile trovare: la pazienza. Si tratta di un mestiere che può fare solo chi ha passione ed è votato al sacrificio.

Esaurito

Categoria: Tag:
Peso 0.900 kg
Dimensioni 38 × 33 × 2.3 cm
Shopping Cart